OsteopatiaSlider

Osteopatia in Ginecologia

Esiste un ambito terapeutico “femminile”, l’Osteopatia in Ginecologia,  che si dedica alla cura di condizioni patologiche o di disagio quali l’incontinenza, purtroppo molto frequente, e il dolore pelvico cronico, riconoscibile ad esempio nei dolori associati al ciclo mestruale (dismenorrea) o al rapporto sessuale (dispareunia), o nel dolore al coccige (coccigodinia), o ancora nelle sindromi dolorose della zona pubica dopo il parto.

Spesso tali patologie vengono taciute o misconosciute, con un disagio significativo per chi ne soffre.  Eppure i risultati positivi  dell’ Osteopatia dimostrano che liberare le restrizioni miofasciali per un miglior equilibrio muscolare, vascolare  e nervoso della zona pelvica è la strada giusta per ristabilire e facilitare  le normali funzioni dell’apparato uro-genitale.

L’approccio osteopatico è particolarmente indicato in questo ambito, per diverse buone ragioni: intervenire in modo rispettoso e delicato su uno o più sistemi del corpo è la strada migliore da percorrere in caso di traumi, chirurgie o disfunzioni che abbiano provocato una funzione alterata.

Il valore terapeutico dell’Osteopatia, spesso testimoniato dalle pazienti, sta nella possibilità di innescare e facilitare l’omeostasi, ovvero quel processo di autoregolazione ed autoguarigione di cui il nostro corpo è capace.

Per questo funziona così bene.